Musica a Palazzo: da Napoli ai giovani talenti del Conservatorio di Roma

Dopo il ballo e i libri, musica protagonista  al Palazzo del Freddo con due concerti di livello in programma domenica 21 e 28 ottobre.

Domenica 21, alle ore 18, tornano le canzoni napoletane di DICIMMANCELLO NUIE. Un percorso fatto di musica ma anche un racconto delle vicende umane che sono celate dietro ad ogni composizione, a partire dalla bellissima Te voglio bene assaje risalente all’anno 1835.

Passando attraverso Salvatore Di Giacomo (Era de maggio) e Francesco Paolo Tosti (Marechiare e A’ vucchella) conosceremo amori sublimi ed irrealizzati, le straordinarie vicende umane di Edoardo Nicolardi ed Anna Rossi (Voce ‘e notte) e i tormenti di Alessandro Sisca (alias Riccardo Cordiferro) che, scrivendo Core ‘ngrato e dedicandola al re dei tenori Enrico Caruso, narrerà le vicende del suo tormentato amore con la cantante Ada Giachetti.

Non mancheranno poi i riferimenti al mondo del cafe-chantant, grazie alla partecipazione di Emanuela Quartullo nel ruolo di sciantosa ed un piccolo omaggio di Alessandro Napolitano e Cristian Germàn Alderete a due tra i più celebri cantautori italiani – Domenico Modugno e Lucio Dalla – che, in maniera assai diversa, decisero di misurarsi con la canzone napoletana. Il primo raccontando le paradossali vicende di due ragazzi che non possono godere del loro amore, per via della mamma di lei che li segue in ogni dove (Io mammeta e tu), ed il secondo che, nel suo ritratto del grande Caruso, riutilizzerà più che ampiamente, quasi un rimontaggio di musica e parole, il ritornello di Dicitencello vuje.

Domenica 28 ottobre, sempre ore 18, parte invece il gruppo di concerti realizzati con la direzione artistica del Maestro del Teatro dell’Opera di Roma e dell’Accademia Filarmonica Romana Mario Germani.

In scena musiche di John Dowland, Claudio Monteverdi, Barbara Strozzi suonate dai migliori talenti musicali del Conservatorio di Roma. Nella Sala Giuseppina si esibiranno Francesca Proietti (Soprano), Kinga Sadzinska (viola da gamba) ed Edoardo Blasetti (Liuto e Tiorba).  Un’occasione unica per ascoltare la più bella musica antica per canto e strumenti riportando alla ribalta canzoni di secoli fa capaci di farci scoprire quanto siano a noi vicine e riescano ancora ad emozionare.

La quota di ingresso prevede concerto e degustazione di prodotti Fassi.

Info e prenotazioni: fassitour@gmail.com

 

Ultime news